Tax Press review

Manovra e superbonus, battaglia sulle villette Franco: ripresa intensa

22 October 2021 | Corriere della Sera - Claudia Voltattorni - Pag. 2

Il ministro dell’Economia, Daniele Franco, evidenzia gli obiettivi della manovra economica: ‘Sostenere l’economia e la società nella fase di uscita dalla pandemia e rafforzare il tasso di crescita nel medio termine: l’espansività è importante ma altrettanto importanti sono gli aspetti micro-economici’. Le misure prevedono il taglio del cuneo fiscale su famiglie e imprese, fondi alla sanità, sostegno alle politiche sociali e rafforzamento degli investimenti pubblici e privati. Il ministro, tuttavia, avverte che:’dobbiamo essere pronti all’aumento dei tassi d’interesse: occorre tornare ad avere avanzi primari, come avveniva fino al 2019’ ecco perché ‘entro la fine del decennio contiamo di riportare il rapporto debito-pil dove stava prima della crisi pandemica: libererà risorse per altri utilizzi, attenuerà le pressioni sullo spread e aumenterà l’autonomia della nostra politica economica’. La legge di Bilancio dovrebbe arrivare in Cdm la prossima settimana; si lavora affinchè il taglio delle tasse da 8 miliardi scatti già dall’inizio dell’anno. Tensioni sui bonus immobiliari che il ministro intende rivedere. Il Superbonus al 110% sarà prorogato fino al 2025 ma dal 2024 scalerà al 70% e varrà solo per i condomini.

Crisi d’impresa, composizione negoziata dal 15 novembre

22 October 2021 | Il Sole 24 Ore - Giovanni Negri - Pag. 7

Crisi d’impresa. Ieri mattina la Camera ha approvato la legge di conversione del decreto 118/2021 che rinvia al 15 maggio 2022 l’entrata in vigore del Codice della crisi d’impresa. Più tempo, fino al 31 dicembre 2023, invece, per le misure di allerta, ritenute di difficile applicazione in una fase economica che ancora risente della pandemia da Covid-19. All’approvazione dei conti del 2022, quindi ai primi mesi del 2023, è ancorato invece l’obbligo di adozione dell’organo di controllo interno da parte delle Srl di dimensione almeno media. Dal 15 novembre entra in vigore la nuova procedura di composizione negoziata che sostituisce, almeno nell’immediato le procedure di allerta, avendone, tuttavia, il medesimo obiettivo: l’anticipazione di misure di tutela degli asset aziendali prima del precipitare dell’insolvenza.

Frodi sui dividendi, spariti 150 miliardi in vent’anni

22 October 2021 | Il Sole 24 Ore - Angelo Mincuzzi e Giulio Rubino - Pag. 8

In vent’anni le frodi sui dividendi azionari hanno causato meno introiti fiscali quantificati in 150 miliardi di euro, in 10 Paesi della Ue, oltre a Svizzera e Stati Uniti. Per l’Italia l’ammanco stimato è di 13,27 miliardi di euro. CumEx Files 2.0, un’indagine congiunta effettuata da media di 15 Paesi (per l’Italia Il Sole 24 Ore), coordinati dalla redazione tedesca no-profit Correctiv, ha stimato per la prima volta il danno globale causato alle amministrazioni fiscali di 12 Paesi dalle operazioni di divided washing negli ultimi 20 anni. La cifra monstre di 150 miliardi di euro tiene conto sia di operazioni di tipo ‘cum-cum’ che di tipo ‘cum-ex’. Per l’Italia il danno, se si può dire, è più contenuto in quanto negli ultimi anni ha adottato una normativa più stringente che rende più difficili le manovre elusive ponendo in atto una serie di operazioni di contrasto.

Patent box, da oggi bloccata l’opzione per il vecchio regime

22 October 2021 | Il Sole 24 Ore - Luca Gaiani - Pag. 34

Da oggi entra in vigore il decreto legge che contiene misure urgenti su fisco e lavoro. Ci riferiamo al decreto n. 146 del 21 ottobre 2021. La versione definitiva del testo non risolve, tuttavia, tutti i problemi degli operatori che nel 2020 hanno avviato o rinnovato il patent box ma che, ad oggi, non hanno ancora esercitato l’opzione. L’Agenzia delle Entrate, cui spetta il compito di emanare norme di attuazione, dovrebbe salvare i regimi già avviati con comportamento concludente prima della abrogazione della norma, anche in assenza di comunicazione trasmessa prima del decreto. L’art. 6 del decreto legge prevede la sostituzione del patent box con un nuovo meccanismo opzionale mediante il quale i costi di ricerca e sviluppo relativi ai medesimi beni immateriali sono maggiorati ai fini fiscali del 90%. (Ved. anche Italia Oggi: ‘Patent box in transizione’ – pag. 27)

Bonus R&S, la sanatoria non sospende l’eventuale contenzioso

22 October 2021 | Il Sole 24 Ore - Laura Ambrosi e Antonio Iorio - Pag. 34

Il decreto legge n. 146/2021 contiene la sanatoria per l’indebita fruizione dei crediti d’imposta per gli investimenti in Ricerca & Sviluppo. La norma consente il versamento, senza sanzioni né interessi, dei crediti compensati, maturati nei periodi di imposta dal 2014 al 2019. La sanatoria concerne le spese realmente sostenute, anche se non qualificabili come attività di ricerca e sviluppo ammissibili rispetto ai requisiti normativi. Inoltre, la sanatoria è consentita se l’indebita compensazione è conseguenza di errori commessi nella quantificazione o nell’individuazione delle spese rispetto alla media storica di riferimento. Sono esclusi i crediti conseguenti a condotte fraudolente, a fattispecie oggettivamente o soggettivamente simulate, con utilizzo di documenti falsi o relativi ad operazioni inesistenti. Chi intende avvalersi della procedura deve presentare richiesta entro il 30 settembre 2022. In caso di provvedimenti per i quali è già pendente un giudizio innanzi al giudice tributario la sanatoria non sospende il contenzioso in corso. (Ved. anche Italia Oggi: ‘R&s, sanatoria o contenzioso’ – pag. 27)

Altre tredici settimane di cassa Covid per tessile e settori non industriali

22 October 2021 | Il Sole 24 Ore - Antonino Cannioto e Giuseppe Maccarone - Pag. 35

Il decreto legge n. 136/2021 estende la cassa integrazione Covid per i datori di lavoro non industriali e che sono tutelati dal Fondo di integrazione salariale, dai fondi di solidarietà bilaterali e dalla Cigd. L’ulteriore proroga del sostegno riguarda l’arco temporale che va dal 1°ottobre al 31 dicembre 2021, per un periodo massimo di 13 settimane. Per accedervi gli interessati devono essere stati autorizzati a fruire di tutte le precedenti 28 settimane previste dal decreto Sostegni. Sul punto è bene fare una precisazione. Le 28 settimane, decorrenti dal 1°aprile 2021 vanno oltre il 30 settembre e, conseguentemente, le nuove richieste interessano un periodo più ristretto. In ogni caso l’ammortizzatore sociale copre l’intero anno 2021. A beneficiare delle nuove 13 settimane di cassa Covid sono anche le aziende tessili, di confezionamento di articoli di abbigliamento, in pelle e pelliccia e di fabbricazione di articoli in pelle e simili.

Il passaggio generazionale giustifica gli scarsi risultati

22 October 2021 | Il Sole 24 Ore - Laura Ambrosi e Antonio Iorio - Pag. 36

L’inesperienza degli eredi può comportare ripercussioni sulla gestione dell’impresa in quanto errate decisioni possono determinare scostamenti dagli studi di settore. A stabilirlo nell’ordinanza n. 29470/2021 è la Corte di cassazione. Secondo i giudici di piazza Cavour non possono ignorarsi le difficoltà di riorganizzazione aziendale successive alla scomparsa del fondatore dell’impresa. Nel caso analizzato erano subentrati tutti i figli e poi solo due, nessuno dei quali con esperienza nell’azienda del padre. Era dunque verosimile che gli inesperti eredi avessero mal valutato decisioni su impegni di spesa, sui relativi tempi di recupero e sulla loro sostenibilità. Inoltre serviva tempo per recuperare la fiducia con gli interlocutori dell’azienda. Era evidente per i Supremi giudici che l’attività aziendale avesse risentito dei cambiamenti intervenuti. In ciò la pronuncia differisce dall’orientamento dell’Agenzia delle Entrate.

Disallineamento finanziario da ibridi in cerca di regole

22 October 2021 | Il Sole 24 Ore - Renzo Parisotto - Pag. 36

La bozza di circolare sul c.d. disallineamento da ibridi di cui al decreto legislativo 29 novembre 2018 n. 142 è stata messa in consultazione sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Gli interessati possono presentare le proprie osservazioni entro il 19 novembre prossimo. Il decreto citato ha recepito in Italia la direttiva Atad finalizzata ad adottare misure ‘per impedire alle multinazionali di sfruttare le differenze tra le diverse giurisdizioni fiscali per ottenere una riduzione delle basi imponibili’. In merito ai cd strumenti finanziari ibridi l’Agenzia evidenzia come il disallineamento/asimmetria fiscale possa derivare anche da ‘differenti impostazioni contabili’ laddove, ad esempio, nella compravendita dilazionata di una partecipazione l’acquirente rilevi un interesse passivo deducibile, mentre il venditore riscontri un provento in tutto o in parte esente (Pex).

Reverse charge tra imprese e contraente generale

22 October 2021 | Il Sole 24 Ore - Luca De Stefani - Pag. 39

Il regime Iva applicabile alle prestazioni delle imprese che eseguono lavori edili e il ‘general contractor’ dell’intera opera dipende dalla tipologia di prestazione da eseguire. Il regime dell’inversione contabile trova applicazione, ad esempio, nei servizi di pulizia, nelle demolizioni, nelle manutenzioni degli impianti, nel rifacimento delle facciate, nei lavori di completamento degli edifici. Ciò, indipendentemente dal fatto che il contratto tra i due soggetti sia inquadrabile tra un appalto e un subappalto. Per le prestazioni di servizi effettuate nei confronti del ‘general contractor’ si applica il reverse charge, a prescindere dalla circostanza che il rapporto tra il general contractor e l’impresa terza sia inquadrabile tra l’appalto o il subappalto. Questa norma, infatti, si applica sia nei casi di appalto che in quelli di subappalto. Se tra il general contractor e l’impresa esecutrice dei lavori si applica il reverse charge oggettivo, il primo deve ricevere dal suo fornitore anche l’indicazione dei dati per l’applicazione delle aliquote distinte, in sede di rifatturazione con Iva esposta al committente.

Fondazioni, i lavori di messa in sicurezza vanno tutti al 110%

22 October 2021 | Il Sole 24 Ore - Giuseppe Latour - Pag. 39

Interventi antisismici. La commissione consultiva del Consiglio superiore dei lavori pubblici ha fornito un parere sul perimetro di applicazione del sismabonus agevolato al 110%. Non solo i lavori sulle fondazioni possono usufruire della maxi-detrazione, sono inclusi anche la messa in sicurezza di muri di contenimento, di elementi di sostegno o delle c.d. ‘cavità antropiche’, tipiche degli edifici storici. Questo, a patto che il tecnico asseveri che questi lavori sono necessari per ridurre il rischio sismico dell’edificio. Il chiarimento va nella stessa direzione espressa dall’Agenzia delle Entrate in risposta all’interpello n. 706/2021, secondo il quale è agevolabile con il Superbonus anche il rifacimento di un muro ‘avente funzione sia di contenimento che di sostegno del terreno, con evidenti segni di cedimento’.

L’esenzione Iva per la formazione non si estende ai corsi di nuoto

22 October 2021 | Il Sole 24 Ore - Anna Abagnale e Benedetto Santacroce - Pag. 40

La Corte di giustizia, con la sentenza causa C-373/19, ha sostenuto che l’esenzione Iva prevista per la formazione non si estende ai corsi di nuoto. I giudici europei si erano espressi in questa direzione anche nella sentenza di marzo 2019, causa C-449/17 nella quale avevano escluso dall’ambito di applicazione del regime Iva agevolato l’insegnamento della guida automobilistica impartito dalle scuole guida. La ragione dell’esclusione, ora come allora, è da ricercarsi nel fatto che un insegnamento specialistico, quale quello impartito da una scuola di nuoto, o di guida o di vela (sentenza C-47/19), impartito ad hoc, non equivale, di per sé stesso, alla trasmissione di conoscenze e di competenze aventi ad oggetto un insieme ampio e diversificato di materie, nonché al loro approfondimento e al loro sviluppo caratterizzanti l’insegnamento scolastico e universitario. Solo un’attività che presenti tali caratteristiche, e non ogni tipologia di insegnamento specifico, va considerata esente ai fini Iva.

Commercialisti: più risorse per le Pmi

22 October 2021 | Il Sole 24 Ore - Federica Micardi - Pag. 40

Ieri, nel corso del IX meeting nazionale dei commercialisti di Aidc si è parlato di come consentire alle imprese un più facile accesso alle fonti di finanziamento anche per superare il momento di difficoltà dovuto alla pandemia e dare nuovo impulso alla crescita del Paese. La tendenza al risparmio è cresciuta negli ultimi due anni e nei conti correnti degli italiani c’è un fiume di denaro che deve arrivare all’economia reale. Servono misure affinché questa abbondanza di risparmi possa andare a finanziare le necessità di investimenti. Occorre, dice Fabio Melilli, presidente della commissione Bilancio alla Camera, un sistema di garanzie agile, uno strumento che tuteli il risparmiatore, un soggetto terzo autorevole per l’analisi dei bilanci delle società su cui si vuole investire. Un ruolo importante possono avere i commercialisti. Daniele Pesco, presidente della commissione Bilancio al Senato, vede nella garanzia pubblica e negli incentivi fiscali due leve che potrebbero incentivare il travaso di risorse dai risparmiatori alle imprese.

Rate scadute in unica soluzione

22 October 2021 | Italia Oggi - Fabrizio G. Poggiani - Pag. 25

Il decreto legge fisco-lavoro n. 146/2021, in vigore da oggi, contiene novità importanti sul fronte della riscossione. Prevede la possibilità di pagare in un’unica soluzione, entro il 30 novembre prossimo (ma con una tolleranza di 5 giorni), gli importi relativi alle rate della rottamazione ter e del saldo e stralcio non corrisposte nel 2020 e quelle scadute nel 2021. Per quanto concerne le cartelle notificate dallo scorso 1°settembre e fino al prossimo 31 dicembre, il decreto concede 150 giorni di tempo per l’adempimento obbligatorio indicato nel ruolo, ai fini della determinazione degli interessi di mora e ai fini del decorso del termine per l’esecuzione. Limitatamente ai piani di rateizzazione in essere alla data dell’8 marzo 2020, ossia all’inizio della pandemia e al conseguente stop alla riscossione, beneficiano dell’estensione da 10 a 18 rate che, se non corrisposte, comportano la decadenza dalla dilazione stessa.

Leasing, cessione abusiva

22 October 2021 | Italia Oggi - Maria Sole Betti - Pag. 29

È abusiva la cessione del contratto di leasing ad una nuova newco interamente partecipata dal cedente. Al contrario, la riorganizzazione aziendale finalizzata al passaggio generazionale non configura come fattispecie di abuso del diritto. Ad evidenziarlo l’Agenzia delle Entrate in due diverse risposte a interpello, rispettivamente la n. 742/2021 e la n. 741/2021, entrambe in materia di abuso di diritti. L’Amministrazione finanziaria è tornata a pronunciarsi sulla valutazione di liceità in due diversi casi presentati da due contribuenti interessati a risolvere le proprie controversie sullo svolgimento di operazioni che avrebbero potuto comportare indebiti vantaggi.

Web tax italiana al tramonto

22 October 2021 | Italia Oggi - Matteo Rizzi - Pag. 30

L’Italia e altri quattro Paesi europei si sono impegnati con gli Stati Uniti a ritirare le proprie imposte digitali. Ci riferiamo ad Austria, Spagna, Regno Unito e Francia. L’accordo prevede il passaggio dalle attuali web tax alla nuova soluzione Ocse che prevede la tassazione delle multinazionali del web attraverso principi condivisi. Lo scorso 8 ottobre è stato raggiunto lo storico accordo tra 136 Paesi del Quadro inclusivo dell’Ocse sulla riforma del fisco internazionale fondato su due pilastri e da attuare entro il 2023. Al momento le web tax resteranno in vigore fino a quando sarà efficace il primo pilastro della riforma Ocse, quello che prevede la tassazione dei giganti del digitale. Tuttavia sono previsti meccanismi di rimborso se l’ammontare delle tasse raccolte risultassero in eccesso. Da parte sua gli Usa hanno accettato di abbandonare i dazi di ritorsione che avevano emanato e contemporaneamente sospeso.

The reviews and the fiscal calendar are a product of Metaping - Services for Accountants, Lawyers and Professional Associations

Le rassegne e il calendario fiscale sono un prodotto Metaping - Servizi per Commercialisti, Avvocati e Ordini Professionali